Che festa, “Viva la Musica!”

È stata davvero una grande festa per la nostra San Maurizio Canavese, ieri, il primo festival “Viva la Musica!”. Una festa innanzitutto perché questo era appunto lo scopo dell’evento organizzato dalla Fondazione CSMC Bibliopan in collaborazione con il Comune di San Maurizio Canavese e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale del Piemonte: una grande giornata di festa, scambio e condivisione con la musica come protagonista.

Ma la vera festa di “Viva la Musica!”, in realtà, era anche e soprattutto altrove, per esempio negli occhi dei 500 bambini delle scuole dell’infanzia e primaria provenienti, oltre che dal nostro Istituto Comprensivo, anche da tante scuole di Torino e di Crescentino (sarebbero dovuti essere 700, ma le scuole di Lanzo alla fine non hanno potuto partecipare). Ed era nel clima che si è respirato in paese fin dalla mattinata, con il ritrovo in piazza Marconi e la chiassosa sfilata per le vie del centro storico, con la gente sui marciapiedi e gli esercenti sulle porte dei negozi ad applaudire l’esercito dei bambini (e anche con alcune belle vetrine allestite per l’occasione).

E infine la festa era anche nelle nuvole e nella pioggia che a tratti ha provato a rovinare la giornata ma non ci è riuscita, grazie a un’organizzazione preparata e flessibile che ha saputo variare ripetutamente e in corsa il programma e soprattutto grazie agli occhi di quei 500 bambini, che la pioggia non l’hanno nemmeno vista.
Perché i bambini – e ce l’hanno ricordato proprio ieri – guardano oltre e sanno succhiare il nettare delle cose che contano davvero.

Poco importa che il momento conclusivo di “Viva la Musica!”, con il Coro Muvilab del Flauto di Pan a guidare i 500 bambini, si sia interrotto dopo pochi minuti e dal grande palco in mezzo al prato sia stato spostato all’interno dell’Antica Chiesa Plebana, con gli straordinari affreschi del Ciclo dei Serra che non avrebbero potuto sperare in “visitatori” migliori per rivivere e respirare con gioia le emozioni più sincere.

Un momento che ha anche visto l’intervento a sorpresa del grande Arturo Brachetti, amico del Flauto di Pan, che ha saputo trascinare nel suo fantastico mondo i bambini e soprattutto (diciamo la verità) gli adulti presenti, dagli organizzatori al sindaco Michelangelo Picat Re, dai volontari della Protezione civile, dell’Associazione Nazionale Carabinieri e della Croce Rossa alle ragazze dell’Istituto Tommaso D’Oria di Ciriè, preziose nell’organizzazione e nella gestione dei bambini, fino ai genitori presenti, inizialmente non previsti per ragioni di ordine ma poi felicemente imbucatisi… e alla fine è andata bene così, perché è stata davvero una grande festa.

Oggi c’è il sole? Tanto peggio per lui, non sa cosa si è perso ieri. A tutti, ma proprio a tutti, grazie per la bellissima giornata e appuntamento al prossimo anno con la seconda edizione di “Viva la Musica!”.

© SMart – Fare comunità è un’arte – sanmauriziocanavese.online

Condividi

Forse potrebbe interessarti …

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × uno =

Smart - Fare comunità è un arte - Comune di San Maurizio


Chiudi il menù